Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Mondiale 470 Junior a Sanremo: tanto azzurro. Gradoni-Dubbini (Mixed) in testa

images/P7140185.jpg
Vela Olimpica

I PRIMI 4 GIORNI DEL MONDIALE DEL DOPPIO OLIMPICO JUNIOR, LE CLASSIFICHE MISTA E MASCHILE - La Città dei Fiori sorride ai giovani campioni del 470 Junior World Championship. Sanremo offre vento e spettacolo (tranne venerdi), i velisti azzurri rispondono presente! Marco Gradoni e Ale Dubbini in testa (Mix), Maria Vittoria Marchesini e Bruno Festo terzi. Maschile: Paolo Bozzano e Michele Casano secondi

 

DAY 4 - Nulla di fatto, dopo una bella cavalcata il Mondiale 470 Junior si ferma, passa un temporale, i velisti restano a terra e le sfide si fanno a carte... Alle 17 il Comitato abbandona la giornata per assenza di vento, anche perchè col ritorno del sole non sono entrati più di 2 nodi di aria. Sabato prove alle 13, si spera di regatare per confermare le buone prospettive azzurre: Gradoni e Dubbini, Marchesini e Festo primi e terzi nei Mixed, con Totis e Linussi a 3 punti dalla Medal Race. 

Il riepilogo dei primi tre giorni disputati finora.

DAY 1 - Il Campionato Mondiale 470 Junior, organizzato dallo Yacht Club Sanremo, è iniziato con una grande giornata con vento di ponente tra i 15 ei 20 nodi. Fantastiche planate e combattimenti ravvicinati tra 53 squadre di 16 nazioni diverse. Dopo tre gare nella classe Mista, che sarà protagonista nelle prossime Olimpiadi di Marsiglia del 2024, si è concretizzato il dominio dei francesi Pacaud e De Gennes, con due primi e un terzo posto.

Ottimo lavoro delle due squadre italiane: il giovane Gradoni con l'esperta Dubbini, posizionandosi al secondo posto e terzo posto, con solo un punto di distanza, Marchesini e Festo. Nella Open Class gli austriaci Lehmann e Haberl, con tre vittorie, sono saldamente al comando, dimostrando grande supremazia in forte condizione su tutta la flotta. Al secondo posto gli imperiesi Bozzano e Casano, con due secondi posti,i quali hanno mostrato un grande potenziale. Al terzo posto gli Americani Harvey e Reynoso.

DAY 2 - Allo Yacht Club Sanremo una giornata veramente lunga: Il comitato manda la flotta in acqua alle 10 del mattino e la partenza viene regolarmente data alle ore 11, con un vento da sud ovest di circa 8 nodi. Sfortunatamente il vento ha mollato durante la seconda bolina costringendo il comitato ad annullare la regata per entrambe le flotte. Più tardi viene data una seconda partenza ma il vento fa di nuovo i capricci obbligando ad annullare anche questa prova. Flotte inviate a terra con un’attesa fino alle 4.30 quanto tutti vengono richiamati in mare.

Due bellissime regate con un vento da est che parte con 10 nodi per finire sopra i 18 nella seconda regata. Nella flotta mista dominio della coppia Gradoni Dubbini che vince tutte e due le prove portandosi in testa al campionato. Al secondo posto della prima prova i britannici Black Tressler e terzi i francesi Pacaud De Gennes, quest’ultimi al secondo posto nella overall.

Anche nella flotta Open bene gli italiani con gli Imperiesi Bozzano Casano che riportano due primi posti portandosi al secondo posto nella classifica generale, dietro agli austriaci Lehmann Haberl, primi nella overall, al terzo posto gli statunitensi Harvey Reynoso.

DAY 3 - Terzo giorno di regata iniziata con un leggero vento da ponente che permette lo svolgimento di una prova, al termine della quale viene data una seconda partenza con un vento che però  cala portando il Comitato di regata  a mandare gli equipaggi a terra. Nel pomeriggio un bel vento da Est si affaccia sulla baia di Sanremo permettendo lo svolgersi di una bellissima regata con quasi 20 nodi. Un bel campionato combattuto che si svolge con le migliori condizioni meteo.

Dopo sette prove in testa all’Overall, nei 470 Misti, troviamo Marco Gradoni, il giovane talento già tre volte campione del mondo Optimist, con Alessandra Dubbini, che oggi con un nono ed un primo posto consolidano la loro leadership davanti ai francesi Pacaud e De Gennes. Al terzo posto ancora Italia con la Coppia Marchesini Festo seguiti poi da Israeliani, inglesi ed Americani.

Nella flotta Open gli Austriaci Lehmann Haberl, che scartano come peggior risultato un secondo posto, continuano il loro cammino davanti agli imperiesi Bozzano e Casano penalizzati da una squalifica nella prima prova di giornata. Al terzo posto l’equipaggio statunitense Harvey Reynoso. Venerdi di nuovo tutti in mare, con partenza prevista alle ore 14:00, per nuove regate verso il giorno finale con le Medal Race per i primi dieci della classifica.