Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Taranto: arrivederci SailGP

images/Schermata_2021-06-08_alle_13.02.26.png
News

Gran finale nel Mar Grande della tappa italiana del circuito internazionale. Vince Checco Bruni. I giovani velisti italiani si divertono a volare sul Waszp (e vince Zeno Marchesini). Presenti a Taranto il presidente FIV Ettorre e il vicepresidente D’Amico

 

Il Japan SailGP Team, con Nathan Outteridge al timone e Francesco Bruni flight controller, ha vinto l’Italy Sail Grand Prix, secondo degli otto eventi di SailGP, il campionato di punta dei catamarani volanti F50, disputato sul Mar Grande di Taranto, davanti a centinaia di barche attorno al campo di regata e a una folla entusiasta assiepata sulle tribune del lungomare della città.

L’evento, trasmesso in diretta da Rai Sport e Sky Sport, come per l’ultima Coppa America, è stato sicuramente significativo e Taranto meriterà senz’altro un’altra opportunità di ospitare una tappa, magari già nel prossimo anno. A testimonianza dell’importanza della vetrina anche come promozione della vela, nei giorni del SailGP sono stati presenti a Taranto Francesco Ettorre, presidente FIV, e Giuseppe D’Amico, vicepresidente.

Taranto è stata magnifica e sono felicissimo di aver vinto qui” ha dichiarato Francesco Bruni in mixed zone poco prima dei festeggiamenti e di esser buttato in acqua dai compagni di squadra che hanno ricambiato con affetto il saluto dei tifosi tarantini. “Non sono stato il principale protagonista del team ma, a volte, è importante essere un bravo giocatore di squadra; dunque, quando non ero a bordo ho cercato di sostenere in tutti i modi il team facendomi trovare pronto quando sono stato chiamato a gareggiare. Sono davvero contento della qualità del gioco di tutto il nostro team. Fantastica l’accoglienza di Taranto con una quantità di barche in acqua pazzesco e un gran tifo a terra. Come sempre l’Italia ha risposto alla grande ed è bello vedere sempre più appassionati di vela”. 

Dopo i due primi eventi della seconda stagione, leader del campionato è Spain SailGP Team con 16 punti, seguito dagli equipaggi di Gran Bretagna (15), Giappone (14), Nuova Zelanda (13), Australia e Francia (12), Danimarca e USA (11).

Dopo aver premiato i vincitori, il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, ha evidenziato che “Il mondo intero ha potuto vedere una città fantastica, in fervente e consapevole trasformazione. L'organizzazione è stata impeccabile, i nostri operatori economici hanno registrato il tutto esaurito, le istituzioni hanno agito in grande sintonia; è davvero iniziata una nuova epoca per Taranto, non resta che rimboccarsi le maniche, tutti insieme. In definitiva era proprio questo l'obiettivo di Ecosistema Taranto. Ritengo ci siano tutti i presupposti per continuare ad ospitare questo tipo di grandi eventi nei prossimi anni. Tanti sono stati gli apprezzamenti da parte di atleti e turisti, non c'è motivo per avere timore del futuro”.

L’evento collaterale Inspire, voluto dagli organizzatori, ha effettivamente coinvolto e “ispirato” decine di giovani velisti italiani, emergenti in diverse classi.

Interessante guardare la classifica finale della serie di regate svoltesi davanti alla tribuna dalla quale il pubblico poteva assistere alle regate dei F50. I primi quattro posti sono andati a Zeno Marchesini (figlio d’arte del papà Michele (DT olimpico azzurro) e di mamma Emanuela Sossi, ex olimpica), che ha preceduto Richard Schulteis, il giovane maltese che dagli anni dell’Optimist è ai vertici e che figura bene in ogni classe si cimenti, terzo e quarto posto per altri due nomi di giovani prospetti velici già molto interessanti come Mattia Cesana e Federico Figlia di Granara. Prima femminile Sofia Caputo. Insomma il giochino è piaciuto e i nostri ragazzi crescono a pane, vela e foil…

I DETTAGLI DEL PROGETTO INSPIRE - Inspire è il programma di iniziative collaterali che SailGP dedica a tutti i territori toccati dal circuito per lasciare un’eredità positiva alle generazioni future, offrendo istruzione ed esperienze formative. Inspire lavora sull’inclusività e sulla parità di genere, poggia su tre colonne portanti, istruzione, carriera e sport.

1) Inspire Learning l’uso della vela è il tramite per insegnare in modo diverso le materie STEAM (acronimo inglese per Science, Technology, Engineering, Arts, Mathematics). Questa parte del programma riguarda i bambini delle scuole elementari e medie del Tarantino che potranno scoprire, accompagnati dai loro insegnanti, elementi di fisica alla base del funzionamento di una barca a vela. Un modo originale per sensibilizzare le generazioni future sui temi della sostenibilità e del rispetto della natura.

2) Inspire Careers è destinato a un pubblico di giovani adulti a cui presentare le opportunità lavorative esistenti nel campo dello sport e dell’ingegneria legata al mondo della vela. Per questa parte del programma si sono candidati studenti dai 18 ai 23 anni, in particolare gli allievi del quinto anno dell’Istituto Tecnico e Professionale Archimede di Taranto - Indirizzo Nautico e gli studenti in Scienze e Tecniche dello Sport iscritti all’Università degli Studi di Bari - Sede di Taranto.

3) Inspire Racing, infine, investe sulla prossima generazione di velisti. Non ci saranno, infatti, soltanto i super campioni di SailGP a regatare a Taranto: sin dal primo giugno 14 giovani velisti e veliste si affronteranno a bordo di derive singole a foil ‘Waszp’ mentre, nei giorni delle regate SailGP, otto equipaggi misti a bordo delle derive doppie RS Feva sfileranno davanti alla rotonda e al Race Village dell’evento. Nell’iniziativa sono coinvolti i sette club locali di Taranto, altri della e di tutta Italia.

Tra i candidati alla classe ‘Waszp’ anche Federico Quaranta, campione europeo della classe O’pen Skiff nel 2020 e tesserato con Ondabuena SC, il club di supporto scelto da SailGP. Proprio a Ondabuena, che da oltre vent'anni si occupa di cultura del mare e di vela nella città di Taranto distinguendosi in campo agonistico per i risultati raggiunti dai suoi giovani allievi in ambito nazionale e internazionale, è stata affidata tutta l'attività di collaborazione tecnica e logistica per il programma dedicato alle giovani leve.

VIDEO REGATEB WASZP