Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Raduno Parasail a Malcesine per la classe 2.4 mR

images/IMG_3529.JPG
Para Sailing

Nel rispetto dei protocolli Covid per la partecipazione ai raduni nazionali che prevedono la presentazione di un esito molecolare o rapido di negatività al virus sia per atleti che per i tecnici fatto nei 3 giorni precedenti, si è tenuto presso la FV Malcesine da lunedì 8 a sabato 13 febbraio alle ore 16 il raduno classe 2.4mR organizzato dal settore Parasail della FIV, presenti gli atleti della Società Canottieri Garda Salò Antonio Squizzato e Davide Di Maria. Al raduno a partecipato come aggregato, da martedì 9 febbraio, anche il tecnico Parasail per la XIV zona Davide Ballarini.

Si è trattato del primo appuntamento in vista della stagione 2021, che si spera possa partire con un minimo di regolarità. Gli obiettivi tecnici del raduno erano due: il lavoro sulla conduzione e sulle manovre fondamentali.

Per questi obiettivi, l’organizzazione della giornata curata dal tecnico federale prevedeva questa agenda:

ore 8.15/8.45 riscaldamento in palestra ore 9.30/12.30 uscita in acqua ore 14.30/17.00 uscita in acqua ore 17.30 debriefing e chiusura attività di giornata

Il programma è stato in gran parte rispettato grazie alle condizioni meteo che hanno permesso di lavorare nelle ore previste con condizioni di vento e onda prevalentemente proveniente da nord con intensità variabile tra i 10 ed i 25 nodi. Per due mezze giornate si è potuto lavorare con vento da sud con intensità variabile tra gli 8 ed i 13 nodi.

Il commento del tecnico Beppe Devoti: “Buono il lavoro svolto ed i progressi ottenuti dagli equipaggi durante la settimana. Di qualità il lavoro svolto in acqua basato soprattutto sulle manovre fondamentali virate ed abbattute a coppie variando spesso gli esercizi, giri di boa e conduzione nelle varie andature.

“Partenze con linee molto corte e campo delimitato per effettuare più manovre possibili sia durante la bolina che la poppa, regate molto corte con numero minimo di virate ed abbattute.”