Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Beni confiscati e destinati a impiantistica sportiva: accordo Anbsc-Istituto per il credito sportivo

images/immagini/immagini_news/Schermata_2020-12-28_alle_09.12.39.png
News

La Federazione Italiana Vela comunica che è stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra il direttore dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata Bruno Corda e il presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo Andrea Abodi volto a valorizzare i beni confiscati destinati o da destinare all’impiantistica sportiva o di sviluppo dei beni e delle attività culturali.

L’Istituto per il Credito Sportivo potrà erogare finanziamenti agli enti territoriali e ai soggetti concessionari degli immobili confiscati per interventi di ristrutturazione, ampliamento, messa a norma ed efficientamento energetico, recupero e riuso dei medesimi, previsti da progetti di valorizzazione, aventi destinazione sportiva o di sviluppo dei beni e delle attività culturali, ricomprendendo anche la valorizzazione di immobili storici vincolati.

E' stato deliberato uno stanziamento pari a 1.500.000 di euro di contributi in conto interessi sui mutui, a favore dei soggetti aggiudicatari delle procedure di destinazione/assegnazione di beni immobili indette dall’Agenzia o dagli Enti territoriali, finalizzati ad interventi di utilizzo di detti beni relativi al settore sportivo.

Protocollo d'intesa

Link per la manifestazione d’interesse una volta individuato il bene