news
news del 21.07.2018
Versione stampabile Invia per email

2018 YOUTH SAILING WORLD CHAMPIONSHIP Tre medaglie di classe ed un terzo posto tra le Nazioni il bottino italiano a Corpus Christi

Due medaglie d’argento ed una di bronzo è il risultato degli atleti azzurri impegnati ai Campionati Mondiali di Vela Giovanile che si sono da poco conclusi a Corpus Christi, in Texas. Quindi tre medaglie di classe ed un’altra ben meritata nella classifica per Nazioni, l’Italia si qualifica infatti terza nella lunga lista di 66 squadre nazionali, dietro ai padroni di casa, gli Stati Uniti e ai neozelandesi.

Le medaglie azzurre per classi vanno a Nicolò Renna (Circolo Surf Torbole) nell’RS:X maschile, un argento già arrivato ieri con una prova di anticipo; ad Andrea Spagnolli con Giulia Fava (FV Malcesine/ AV Civitavecchia) l'argento nei Nacra 15 arriva per merito di un team formatosi da poco, Giulia aveva già vinto la medaglia di bronzo nei 420 ai Mondiali l’anno scorso a Sanya; e poi c’è il bronzo di Giorgia Speciale nell’RS:X femminile, che la conferma tra le migliori del mondo, dopo l’argento vinto lo scorso anno.

"Un risultato importante che conferma la qualità del nostro settore giovanile - dichiara il Presidente della FIV, Francesco Ettorre - l’ennesimo podio per nazioni che conferma la qualità dei nostri ragazzi, chiudiamo i mondiali giovanili con 3 medaglie e con l’ottimo risultato del catamarano misto. Nelle ultime 3 edizioni dei mondiali giovanili siamo sempre saliti sul podio e sono molto orgoglioso del lavoro dei nostri ragazzi, dei loro allenatori, delle società e dello staff tecnico federale che con la direzione tecnica hanno contribuito al raggiungimento di questi risultati."

Nicolò negli RS:X maschili è dietro al Campione del Mondo giovanile Geronimo Nores (USA) e davanti al bronzo Fabien Pianazza (FRA); Giorgia è bronzo dietro alla Campionessa Islay Watson (GBR) e all’argento Veerle ten Have (NZL); i Campioni giovanili 2018 nei Nacra 15 sono già da ieri Teresa Romairone e Dante Cittadini (ARG) e la medaglia di bronzo va a Greta Stewart e Tom Fyfe (NZL).

Peccato per Guido Gallinaro (FV Riva) nei Laser Radial maschili che chiude la trasferta americana vincendo l’ultima prova. È quarto in generale a pochi punti dal terzo e il cui risultato finale ha sicuramente risentito della partenza anticipata con bandiera nera della prima prova della serie; qui il podio è composto da Josh Armit (NZL), da Juan Cardozo (ARG) e da Zac Littlewood (AUS).

Chiude in decima posizione Federica Cattarozzi (CV Torbole) nei Laser Radial femminili, una serie costante in cui scarta un quindicesimo posto; l’oro è andato già ieri a Charlotte Rose (USA), l’argento a Emma Savelon (NED) e bronzo a Valeriya Lomatchenko.

Michelle Waink con Claudia Gambarin (CV Gargnano) registrano ieri il peggior risultato della settimana, un quattordicesimo posto che scartano, e che non le fa andare oltre il quarto posto nella classifica dei 29er femminili; il titolo va a Pia Andersen e Nora Edland (NOR), seguite da Berta Puig e Isabella Casaretto (USA) e dalle terze Zoya Novikova e Diana Sabritova (RUS).

Nei 29er maschili un settimo posto per Federico Zampiccoli con Luca Fracassi (CV Arco), settimi anche nella prova odierna; Mathias Berthet e Alexander Franks-Penty (NOR) vincono l’oro, l’argento va Seb Lardies e Scott McKenzie (NZL) ed il bronzo a Henry Larkings e Miles Davey.

Si confermano quinte nei 420 femminili Giorgia Sinigoi con Sara Zuppin (YC Cupa/CN Sirena), oggi segnano un ottavo che scartano e che gli impedisce di andare più in alto rispetto a ieri; vincono le sorelle Carmen ed Emma Cowles (USA), seguite da Vita Heathcote e Emilia Boyle (GBR) con in terza posizione Violette Dorange e Camille Orion (FRA).

Nei 420 maschili Matthias Menis con Nicolas Starc (SV Barcola e Grignano) chiudono in dodicesima posizione a causa anche di una bandiera nera nella prova di oggi, la loro seconda della serie; qui i Campioni sono da ieri Joseph Hermus and Walter Henry (USA), seguiti da Otto Henry e Rome Featherstone (AUS) e da Kacper Paszek e Bartek Reiter (POL).

"Un bel Campionato anche perché come Nazione siamo ancora sul podio - dichiara Alessandra Sensini, direttore tecnico giovanile, appena rientrata a terra dalle regate - con 66 nazioni presenti vuol dire che siamo andati bene: due argenti ed un bronzo, un argento nei Nacra e poi gli RS:X maschili con Renna e femminili con Speciale. Mi è dispiaciuto un po' per Guido Gallinaro nei Laser Radial maschili, quella partenza anticipata alla prima prova, l'ha messo in una condizione difficile, se n'è liberato solo verso la fine."

L’anno prossimo, appuntamento con il 2019 Youth Sailing World Championship che si terrà a Gdynia in Polonia in questo stesso periodo dell’anno.