Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

CONCLUSO IL MONDIALE SINGOLO FEMMINILE LASER RADIAL A MELBOURNE

images/DSC_4297.jpg
Vela Olimpica

L'OLANDESE MARIT BOUWMEESTER FA POKER MONDIALE
Una regata per tutte nell'ultimo giorno

L'azzurra Silvia Zennaro (14 nella prova finale) chiude al 22° posto
In Gold al 49° Matilda Talluri (32 di giornata)

Le altre azzurre in Silver: Joyce Floridia prima (2 di giornata); Carolina Albano terza (19)11° Francesca Frazza (4), 12° Valentina Balbi (BFD) 

Dichiarazioni: Silvia Zennaro e Egon Vigna



Si chiude con un ultimo giorno di vento molto leggero e una sola regata per le varie flotte, il Mondiale 2020 del singolo olimpico femminile Laser Radial a Melbourne, Australia. Come previsto è arrivato il quarto titolo mondiale per l'olandese volante Marit Bouwemeester (anche oro olimpico di Rio 2016), mentre al secondo posto è arrivata la connazionale Maxime Jonker, a testimonianza della validità della scuola Laser nel paese dei tulipani. Terza la norvegese Line Flem Host e quarta la danese Anne Marie Rindom (bronzo di Rio 2016).

Dopo 10 regate totali, la velista azzurra Silvia Zennaro (Fiamme Gialle, ex olimpica a Rio 2016) ha concluso al 22° posto bilanciando un inizio non brillante con un finale in crescendo, nel quale ha fatto segnare il secondo miglior punteggio della fase finale Gold (25-24-20-8-12-23-12-10-6-14). La giovane livornese Matilda Talluri (CN Livorno) conclude al 49° posto della flotta Gold (45-43-18-23-9-16-50-42-36-32).

Le altre azzurre nella flotta Silver, hanno conquistato i primi posti del raggruppamento: alla fine Joyce Floridia (Fiamme Gialle) ha vinto la Silver (28-28-24-29-27-28-1-5-15-2), mentre Carolina Albano (Fiamme Gialle) ha chiuso terza (20-32-26-27-26-31-5-1-10). 
Nel finale Francesca Frazza (FV Peschiera) ha superato la genovese Valentina Balbi (Yacht Club Italiano), le due hanno chiuso rispettivamente all'11° e 12° posto della Silver.

DICHIARAZIONI

EGON VIGNA (Tecnico FIV Laser Radial): 
"Un po' di rammarico per il 22° della Zennaro perché dopo un avvio difficile ha fatto delle Finali impressionanti, il secondo migliore score di tutta la Gold, considerando anche le condizioni molto variabili da vento forte a medio fino al vento leggero di oggi giornata finale. Talluri brava a entrare in Gold e si è fatta strada. Un po' di rammarico ovviamente anche per Floridia e Albano che avremmo voluto vedere in Gold e che in Silver si sono date battaglia finendo prima e terza.
In ottica olimpica oltre alla olandese che ha vinto il quarto titolo mondiale, vedo molto bene la danese che è arrivata ai piedi del podio, la belga, l'irlandese che è appena tornata al Laser dopo le esperienze alla regata intorno al mondo con la nostra Francesca Clapcich ex laserista, ha subito ingranato con tutte le condizioni.
Per noi ci sono ancora due regate importanti a Palma e Genova, vediamo le ragazze cosa riescono a tirare fuori in questa stagione."

SILVIA ZENNARO (Timoniera Laser Radial):
"Alla fine è il mio secondo miglior risultato a un Mondiale, quindi sono contenta, anche se con il rammarico dei primi due giorni da buttare, quindi è come se avessi iniziato il Mondiale dal terzo giorno. Abbiamo trovato condizioni molto particolari per tutto il campionato. Penso di aver fatto delle buone prove in Finale Gold, avrei sperato ci fossero altre prove oggi, mi sentivo bene, purtroppo hanno deciso di fare una sola regata. Mi devo accontentare di un 22° posto a pari punti con la ventunesima. 
Oggi poi all'ultima poppa prima dell'arrivo ho preso anche una bandiera gialla che mi ha fatto perdere quattro posizioni. In altre occasioni con queste condizioni di vento leggero avrei fatto molta fatica, oggi invece sono contenta di aver fatto una regata nella top-15, è uno dei molti segnali positivi che ho visto in questi giorni. L'unica cosa è cercare di iniziare col piede giusto! Melbourne mi ha insegnato che devo partire più decisa, rischiare di più all'inizio, e mi ha dato un'ulteriore carica per proseguire nella preparazione per Palma, poi Genova e poi... quel che sarà."