Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

HEMPEL WORLD CUP SERIES MIAMI_DAY 3

images/disalledubbini_miami_day3.jpg
Vela Olimpica

Terzo giorno di regate

Vento forte, ancora in evidenza le azzurre del 470 W 

Dopo 6 prove Elena Berta e Bianca Caruso al 4° posto, Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini al 7° della classifica generale

Nel 470 maschile Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò scendono ancora (14°)in leggera ripresa Matteo Capurro e Matteo Puppo (16°)

Le dichiarazioni: il tecnico federale Gabrio Zandonà e la timoniera Benedetta Di Salle


Sono ancora le veliste a tenere alto il bilancio azzurro a questa tappa di Coppa del Mondo di Miami. Elena Berta (Aeronautica Militare) e Bianca Caruso (Marina Militare) si confermano al 4° posto della classifica (3-7 i piazzamenti del giorno), a 3 punti dal podio. Le altre azzurre Benedetta Di Salle (Marina Militare) e Alessandra Dubbini (Fiamme Gialle), restano comunque nella parte alta della classifica al 7° in generale (9-6 i parziali).Il trio di testa vede sempre più in fuga le francesi Camille Lecointre (bronzo a Rio 2016) con la prodiera Aloise Retornaz, al secondo le polacche Agnieska Skrzypulec e Jolantra Ogar e al terzo le slovene Tina Mrak e Veronica Macarol, oggi le migliori in acqua.

Nel 470 maschile il vento forte ha consegnato lo scettro dei leader ai fuoriclasse australiani Matt Belcher e Will Ryan (argento a Rio 2016 dopo l'oro a Londra 2012), che superano gli svedesi Anton Dahlberg e Frederik Bergstrom, mentre al terzo restano i greci Panagiotis Mantis e Pavlos Kagialis (bronzo a Rio 2016).
Continuano a scendere in classifica Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare): dal 12° al 14° a causa di altre due prove negative anche per vari problemi all'attrezzatura (23-16). Meglio la giornata degli altri italiani Matteo Capurro e Matteo Puppo (Yacht Club Italiano) che risalgono al 16° posto (piazzamenti del giorno 17-6).


Quanto ai due timonieri italiani nelle due classi Laser, sul Radial la giovane Matilda Talluri (Circolo Nautico Livorno) adesso è al 3° posto (3-3 i piazzamenti), mentre tra i maschi resta 23° Edoardo Libri (SEF Stamura Ancona).

 

LE DICHIARAZIONI DEL GIORNO

GABRIO ZANDONÀ (Tecnico FIV classe 470): 
"Condizioni dure e tanti episodi che hanno reso la giornata impegnativa, a terra ci siamo trovati parecchie rotture e piccole avarie da sistemare. I maschi non stanno trovando un passo costante con il vento forte di questi ultimi giorni e si prendono rischi eccessivi nelle scelte tattiche che finiscono spesso per penalizzarli ulteriormente.
Bene invece le ragazze, anche se in una giusta modalità conservativa viste le condizioni. Berta e Caruso hanno fatto il loro, Di Salle e Dubbini appena al di sotto, ma comunque entrambe hanno regatato tra le prime, divertendosi."

BENEDETTA DI SALLE (timoniera 470):
"Condizioni belle, con tanti salti di vento che obbligano a stare sempre svegli sulle fasi. Facendo un esame alla nostra giornata, non sentiamo di aver regatato troppo bene, non abbiamo interpretato al meglio le condizioni, però la velocità c'è e questo ci dà fiducia. Se riusciamo a gestire le situazioni possiamo fare molto meglio."