Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo

Mondiale Formula Kite a Torregrande: Riccardo Pianosi (7°) e Lorenzo Boschetti (14°) accedono alle semifinali di domani, peccato per Maggie Pescetto tra le donne che scivola al 19°

images/immagini/immagini_news/Schermata_2021-10-16_alle_21.25.09.png
Vela Agonistica

16 ottobre 2021 – E’ la giornata delle flotte gold (soprattutto), silver e bronze. Quattro le prove per donne e uomini che valgono l’accesso alle semifinali – e magari alle finali - di domani. Pochi scossoni tra i primi posti che risultavano abbastanza blindati, l’importante era tenere il passo e arrivare tra i primi 14. Ci riescono Riccardo Pianosi che cede qualche posizione ma controlla la sua posizione e Lorenzo Boschetti che con una giornata quasi perfetta aggancia l’ultima posizione utile. Per le donne nulla da fare per Maggie Pescetto che aveva fin qui disputato un ottimo mondiale che vede sfuggire la finale proprio dopo le quattro prove di oggi che la vedono chiudere al 19° posto.

Domani Pianosi e Boschetti saranno in flotta A con i punteggi riassegnati e nello specifico avranno un 3 e un 6 (come se avessero fatto già una prova), dovranno poi sommare i risultati delle due prove che svolgeranno; solo il primo di ogni flotta accederà alla finale a quattro.

Quattro prove che lasciano l’amaro in bocca per le tre italiane impegnate in gold flight. Peccato soprattutto per Maggie Pescetto che aveva fin qui disputato un buon mondiale sempre tra le prime 14 della classifica. Purtroppo oggi incappa in una giornata complessa, che comincia con un DNF e che nelle successive tre prove la vede spesso invischiata nelle ultime posizioni. La classifica riflette la giornata e Maggie scivola purtroppo fuori dalle posizioni che contano e valgono l’accesso alle semifinali. Davanti la statunitense Daniela Moroz con 14 punti (1-1-1-1-1-(4)-(26DNC)-1-1-1-1-(2)-2-1-1-1) continua a dettare legge mantenendo un ritmo impressionante. Lei e la britannica Ellie Aldridge – che con 29 punti compie un sorpasso pesante – sono già in finale con due e un punto (si vince con tre vittorie).

Ecco la posizione delle italiane in gara Maggie Pescetto si attesta al 19° posto con 118 (5-12-6-9-9-6-4-12-8-8-6-(26RET)-(26DNF)-(23)-11-22), 24° Tiana Laporte 149 (3-6-12-13-7-12-(16)-14-13-15-9-10-18-(19)-(21)-17), 25° Sofia Tomasoni 168 (13SP1-7-(26DSQ)-8-11-(26DNC)-14-3-12-7-(26DNF)-13-19-18-23-20).

Quattro prove anche per gli uomini che confermano la coppia francese al comando fin dalle prime battute di questo mondiale: Theo de Ramecourt 16 (1-1-1-1-1-2-1-(6)-(3)-1-3-(4)-2-2) e Axel Mazella 21 (1-3-1-2-(4)-1-1-1-1-1-5-(7)-4-(6)), che accedono direttamente alla finale in attesa dello scontro che vedrà impegnati i successivi dodici della classifica. Gli italiani in gara: 7° Riccardo Pianosi 39 (2-3-3-2-2-4-7-(8)-3-2-2-9-(13)-(29)), 14° Lorenzo Boschetti 64 (4-(15)-4-5-(14)-6-4-6-7-6-(2)-6-11-5), 17° Mario Calbucci 69 (4-(17)-(31UFD)-4-7-5-5-2-6-3-16-(27)-5-12), 18° Alessio Brasili 81 (9-4-3-8-(12)-4-3-4-7-5-15-(22)-(31DNF)-19) in gold.  Nella silver 14° Flavio Ferrone 146, nella bronze 3° Angelo Soli 207.

Questo il commento di Riccardo Pianosi sulla giornata: “Oggi è stata una giornata un po’ più dura perché eravamo tutti in Gold quindi il livello era molto alto. Purtroppo sono andato bene solo nella prima prova poi ho un po’ sofferto e non sono riuscito ad esprimermi al meglio. Ovviamente domani darò il massimo cercando di raggiungere la miglior posizione possibile in questa regata. Anche le condizioni di vento addastanza leggero che saltava e non ha mai superato i 12 / 13 nodi non mi ha permesso di recuperare.”

Simone Vannucci (tecnico FIV): “Anche oggi abbiamo avuto una condizione di vento differenta da quella delle giornate precedenti. Diciamo che questo mondiale ci sta permettendo di verificare lo stato di preparazione degli atleti con un ampio spettro di analisi. Domani è previsto vento ancora più marginale e probabilmente toccheremo anche il limite più basso con cui è permesso gareggiare (6 nodi ndr). Le regate sono andate abbastanza bene anche se la giornata è stata particolarmente difficile, le partenze in gold sono sicuramente più concitate e ogni piccolo errore viene amplificato dalla qualità degli atleti in gara. Pianosi ha limitato i danni avendo disputato ottime prove fin qui, Boschetti è risalito approdando alle semifinali, bene anche Calbucci che oggi ha fatto vedere buone cose. Spiace per Maggie che è uscita dalla zona semifinale e domani non regaterà. Obiettivo di Pianosi e Boschetti è ovviamente quello di essere perfetti per potersi guadagnare l’accesso alla finalissima.”

Questi gli italiani in gara:

LAPORTE Tiana (Chia Wind Club)

PESCETTO Maggie (Yacht Club Italiano)

TOMASONI Sofia (Windsurfing Club Cagliari)

BOSCHETTI Lorenzo (Chia Wind Club)

BRASILI Alessio (C V Fiumicino)

CALBUCCI Mario (Yacht Club Italiano)

FERRONE Flavio (C V Santa Venere)

PIANOSI Riccardo (C V Porto Civitanova)

SOLI Angelo (C V Hang Loose)

Per l’Italia è presente in qualità di osservatore il tecnico Simone Vannucci.

Come si svolgerà il mondiale – Si è detto che il format di questo mondiale è specifico della classe Formula Kite e prevede da mercoledì a venerdì (3 giorni) la qualifica suddivisa in tre flotte per gli uomini e due per le donne. Sabato ci saranno le regate gold e silver e domenica si concluderà con semifinali e finali (podium race).

Le semifinali vengono svolte dai primi 14 atleti con esclusione dei primi due che accedono subito il finale. I restanti dodici atleti vengono suddivisi in due flotte da sei che dopo due prove permettono solo al primo di accedere alla finale a quattro.

La finale si svolge al massimo al meglio delle sei prove (vince chi ottiene prima tre vittorie) ma i partecipanti non vi accedono con lo stesso punteggio: il primo in classifica ha già due punti, il secondo uno e i due che hanno ottenuto l’accesso dalle semifinali invece partono da zero. Se dovesse vincere la prima prova il primo in classifica arriverebbe subito a tre e si aggiudicherebbe il titolo.