federvela.it
news del 14.09.2014
Versione stampabile Invia per email

Mondiali Classi Olimpiche di Santander: Camboni, Coccoluto e Zennaro in evidenza

La baia di Santander continua a offrire vento molto leggero e instabile anche per la terza giornata di regate dei Campionati Mondiali Classi Olimpiche. Oggi in acqua ben sei classi (Laser Standard e Radial, RS:X M e F, 470 M e F), alle prese con un vento che non si è mai disteso del tutto (7 nodi l’intensità massima), condizionando l’andamento del programma di questo spettacolare Mondiale di vela, il più importante dell’anno, che a tre giorni dal suo inizio deve già fare i conti con una serie di regate da recuperare. Protagonisti del giorno, il giovane Mattia Camboni (RS:X M), Giovanni Coccoluto (Standard), che dopo la difficile giornata di ieri si è prontamente riscattato, e Silvia Zennaro (Radial).

RS:X MASCHILE
Due le regate disputate oggi, per un totale di quattro in due giorni: Mattia Camboni, Campione del Mondo Youth in carica, chiude con un secondo e un nono posto, ma incappa in una penalizzazione di nove punti nella prima prova del giorno per non aver portato a bordo il fischietto d'ordinanza ed è 16mo (6-7-11/DPI-9) in una classifica molto corta che ha nel polacco Myszka il leader; 31ma posizione per Daniele Benedetti, 35ma per Marco Baglione e 48ma per Federico Esposito. Domani è in programma l’ultima regata di qualificazione prima della divisione della flotta in Gold e Silver, a meno che il Comitato non decida di chiudere la serie dopo 4 prove.

RS:X FEMMINILE
Due le prove anche per le ragazze della tavola a vela, che ne hanno cinque in totale: Laura Linares si mantiene nel gruppo delle migliori ed è 13ma (7-7-8-OCS-6), mentre Flavia Tartaglini recupera qualche posizione ed è 22ma (2-17-14-9-11), tre posti davanti a Marta Maggetti, 25ma. Le tre italiane entrano in Gold (leader la francese Pichon), mentre la giovanissima Elena Vacca è 42ma e passa in Silver.

LASER STANDARD
La Gold fleet degli Standard riesce a disputare soltanto una regata, positiva per Giovanni Coccoluto, che chiude al settimo posto ed è decimo nella classifica generale (al comando l’olandese Heiner). Giornata difficile per gli altri azzurri: Alessio Spadoni incappa in una squalifica per bandiera nera e scala al 33mo posto, Francesco Marrai è 22mo e scende al 39mo della classifica. Da sottolineare che l’Italia ha già conquistato matematicamente il pass per i Giochi di Rio 2016.

LASER RADIAL
Soltanto una prova anche per la Gold fleet dei Radial, che l’azzurra Silvia Zennaro conclude con un eccellente terzo posto. Nella classifica generale, la Zennaro è 13ma (16-3-22-22-3), mentre Joyce Floridia, oggi 33ma, la segue di due posizioni.

470 MASCHILE
Il doppio più longevo del programma olimpico inizia subito la serie al rallentatore con solo una prova disputata dai due gruppi in cui è divisa la flotta maschile. Inizio difficile anche per gli equipaggi italiani: Falcetelli-Bernard chiudono la loro regata al 22mo posto, Rebaudi-Ramian al 25mo, Sivitz Kosuta-Farneti al 26mo, Savoini-Savoini al 27mo e Pilati-Rubagotti al 35mo.

470 FEMMINILE
Due invece le prove portate a termine dalle ragazze e ottima partenza per le azzurre Berta-Paolillo, che con un 12-4 di giornata sono 14me nella classifica guidata dalle francesi Lemaitre-Retornaz. Le altre azzurre occupano la 43ma posizione con Caputo-Sinno e la 46ma con Komatar-Carraro.

Mattia Camboni (RS:X M)
“Bellissima giornata, difficile ma soddisfacente: ho lottato per la vittoria, sono rimasto sempre tra i migliori, a un certo punto con il greco Kokkalanis abbiamo corso un match race, davvero divertente. Il vento leggero sicuramente mi favorisce, devo sfruttare al massimo queste condizioni e sono contento di esserci riuscito, ma rimango con i piedi per terra”.

Giulia Paolillo (a prua del 470 portato da Elena Berta)
“L’inizio è buono, non vogliamo nasconderci, e il quarto posto nella seconda prova è una bella prestazione, però siamo alla prima giornata, il Mondiale è davvero ancora lunghissimo. Domani scenderemo in acqua ancora più concentrate, non possiamo permetterci alcuna distrazione”.

Francesco Falcetelli (al timone del 470 con a prua Matteo Bernard)
“Il risultato non è il massimo, ma non è neanche da buttare via, considerando che siamo solo alla prima regata della serie. Purtroppo ho commesso qualche errore in poppa e a questi livelli qualsiasi sbaglio lo paghi molto caro: peccato, ma è uno stimolo per fare ancora meglio domani”.

Silvia Zennaro (Laser Radial)
“Oggi c’erano poca aria e tanta corrente, era molto difficile: all’inizio ero decima, poi ho recuperato sia di poppa che nella seconda bolina. È stato divertente e il risultato è ottimo, quindi sono molto soddisfatta”.

Domani, nella quarta giornata dei Campionati Mondiali delle Classi Olimpiche 2014, oltre alle classi 470 M, 470 F, RS:X maschile ed RS:X femminile, in acqua anche Nacra 17, 49er, 49er FX e Finn, mentre riposano Laser Standard e Radial. Esordio per gli italiani Bissaro-Sicouri, Salvà-Bianchi, Bressani-Micol, Porro-Banti, Bondì-Angelini (Nacra 17), Angilella-Zucchetti, Plazzi-Molineris, Cherin-Tesei, Dubbini-Dubbini, Tita-Cavalli, Savio-Savio (49er), Conti-Clapcich, Genesio-Volpi, Raggio-Bergamaschi (49er FX), Paoletti, Poggi, Voltolini, Baldassari, Ferrarese (Finn).

Prenotazione Libri Giunti-FIV

Convenzioni

Assicurazioni Tesserati