news
news del 26.11.2015
Versione stampabile Invia per email

Da Melbourne, le ultime notizie sui Campionati del Mondo delle Classi Paralimpiche

Proseguono a Melbourne, in Australia, i preparativi in vista dei Para World Sailing Championship, i Campionati del Mondo delle Classi Paralimpiche, aperti alle tre classi - 2.4 mR, Skud 18 e Sonar - che fanno parte del programma delle Paralimpiadi e con prime regate previste per sabato 28 novembre (conclusione il 3 dicembre). La Squadra Nazionale Italiana del DT Beppe Devoti, capitanata in loco anche dal Consigliere Federale Rodolfo Bergamaschi e formata da Antonio Squizzato e Gianluca Raggi (2.4 mR, Tecnico Filippo Maretti), dal doppio Marco Gualandris-Marta Zanetti (Skud 18, Tecnico Filippo Togni) e da Cristiano D’Agaro-Fabrizio Solazzo-Gian Bachisio Pira (Sonar, Tecnico Beppe Devoti), è già al lavoro da diversi giorni per preparare al meglio questo evento che rappresenta il clou della stagione per la vela paralimpica. “Nei giorni scorsi siamo stati impegnati nella riparazione di alcuni danni trovati alle barche, ma non siamo stati i soli, visto che tutti hanno subito qualcosa”, ha dichiarato il Consigliere Bergamaschi. “In pratica alla dogana australiana ti vuotano il container, lo disinfettano e controllano tutto, disinfettando anche barche, carrelli e tutto quello che trovano, poi lo ricaricano e lo consegnano. Ovviamente quando ricaricano il materiale non vanno per il sottile e qualche danno viene sempre fuori, ma abbiamo lavorato sodo per sistemare tutto. Da un paio di giorni, dopo esserci ripresi dal lungo viaggio, siamo pienamente operativi. Il clima nella Squadra è buono e stare insieme la sera a mangiare è molto piacevole. Diciamo che il meteo fa un po’ le bizze, ieri c’era vento da Nord e 33°, oggi da Sud, 11° e vento sostenuto con raffiche fino a 50 nodi. Oggi poi sono terminate le stazze delle barche, è tutto ok, a parte una piccola modifica che abbiamo dovuto fare al bulbo del Sonar, e domani alle 14, le 4 di mattina in Italia, è in programma la practice race, poi la cerimonia di apertura e sabato le regate vere e proprie. Inoltre oggi al termine delle stazze si è tenuto un incontro con regatanti e tecnici su questioni molto importanti, a partire dell’esclusione della vela paralimpica ai Giochi di Tokyo 2020. E’ stato ringraziato il Presidente Carlo Croce per il lavoro fatto e per tutti i tentativi di riammissione ai Giochi, ed è stata anche fatta una menzione speciale al nostro Massimo Dighe. Per concludere, c’è stato anche un momento di solidarietà con gli amici francesi, con cui abbiamo disegnato un simbolo di pace con dentro la Tour Eiffel”.

VAI ALLA SEZIONE PARALIMPICA