news
news del 12.11.2014
Versione stampabile Invia per email

Campionato Autunnale Peloritano di Altura a Portorosa

A Portorosa (Messina) ritorna letteralmente il sereno dopo una settimana di maltempo devastante. Non credono ai loro occhi concorrenti ed organizzatori quando il Portorosa Marina Yachting, sede logistica dell’evento, viene inondato dal sole. Sembra tutto una cartolina, acqua piatta, l’arcipelago delle Eolie che, per una straordinaria visibilità, fa bella mostra di se, una leggera brezza da Maestrale che permette di regatare in maniche corte. Il Comitato ritarda qualche minuto sull’orario previsto per fare assestare la direzione del vento e si dà inizio ad una bella e combattuta giornata di gare. Si portano a termine tre regolarissime prove in cui i concorrenti dimostrano prova dopo prova di non risentire della stanchezza, anzi fanno vedere il meglio man mano che il tempo passa. Così manovre un po’ legnose di inizio giornata si trasformano in transizioni senza pecche, le partenze si fanno sempre più aggressive ed i passaggi di boa davvero impegnativi.
Tra i Crociera/Regata è lotta tra i due X gemelli, Profilo del reggino Uccio Giuffrè ed Emile Gallè del bergamasco Guido Battistoni. Subito dietro ad incalzarli Kika, Elan 33 di Francesco Fulci ed il pari misura Paluck di Franco Badessa. Si assiste ad un doppio scontro con le barche più piccole che lavorano per cercare di acciuffare ogni metro di spazio, in modo da permettere al computer di compensare a loro favore la classifica di ogni prova. È previsto inoltre il primo scarto e questo mette a tutti adrenalina. Il grande numero di prove che si corrono nelle regate organizzate dal CUS Palermo permette a tutti di avere scarti sufficienti per riparare più di un passo falso o una assenza forzosa in una giornata di gare. Ci si scontra fin dalle partenza e nessuno vuole cedere il passo. La flotta esce sempre compatta dalla linea e chi sbaglia precipita indietro. Buoni progressi fa registrare Emile Gallè che prova dopo prova gira sempre meglio. Farà sue due prove del giorno lasciando la prova centrale a Kika di Francesco Fulci che con un guizzo finale annulla il gap portandosi così a ridosso da essere premiato dal rating.
Tra i Gran Crociera ed i Diporto stesso scenario con massima concentrazione eg aggressività. Sulla linea di partenza non hanno alcun timore reverenziale nei riguardi dei Crociera/Regata che spesso riescono a lasciare dietro nella parte in comune del percorso. È la giornata di Leonardo Restivo al timone di Drakkar e di Giovanni Sorrenti su Tangaroa che si dividono le vittorie ma riescono a bloccare Baguette di Enzo Ricordo in difficoltà con le arie leggere. Ottima impressione hanno dato Il Moro di Venezia di Sebastiano Pistorio e Hakuna Matata di Pino Iero. Hanno dovuto rinunziare alla prima giornata di gare ma il gioco degli scarti li riporterà su in classifica generale. Tra i diporto scontro tra WindAgain di Antonino Coppolino e dell’esordiente Sic Tutius di Marco Ruggeri. La giornata andrà a favore del primo.
La classifica generale dei Crociera/Regata vede Kika in testa con un solo punto di vantaggio su Emile Gallè. Lo stesso accade tra i Gran Crociera dove Tangaroa precede di un solo punto Drakkar. Con l’avvento del primo scarto la classifica si accorcia. Tra due domeniche potrebbe scattarne un altro permettendo a tutti di agguantare la testa del Campionato Peloritano.

Prenotazione Libri Giunti-FIV

Convenzioni

Progetto Velascuola

Progetto Velascuola