news
news del 10.10.2009
Versione stampabile Invia per email

Oltre 1200 iscritti per la Barcolana

Si rinnova il tradizionale appuntamento con la grande classica triestina. Nasce una tv interamente dedicata alla kermesse.

La Barcolana fa volare il numero dei partecipanti e a terra la festa è entrata nel vivo.
Sono infatti oltre 1200 gli equipaggi che premderanno parte alla classicissima in programma domani nel mare di Trieste.

Grande successo tra gli appassionati, e collegamenti da tutto il mondo, per la televisione dedicata alla kermesse velica triestina: www.barcolana.tv, trasmette ogni giorno news, interviste, servizi, curiosità e persino dirette (due al giorno alle 12,30 e alle 17,30).

I PROTAGONISTI:

GABRIELE BENUSSI (TuttaTrieste Vitrani) – Gabriele Benussi e Vitrani ci riprovano. La voglia di stupire con una Barcolana da protagonisti è riemersa anche dopo l’esperienza sfortunata dell’edizione 2008, corsa con Idea. Anzi, proprio la delusione dell’anno scorso ha rafforzato il sodalizio tra lo skipper triestino e Alessandra Vitrani, una sportiva DOC (è stata campionessa europea di ginnastica) alla guida di un’azienda leader nel mondo del mare, e che sul mare sta investendo quale sponsor a supporto di iniziative e atleti che sottolineano i suoi stessi valori. Affinità elettive, insomma, che sono alla base del team di Tuttatrieste Vitrani in questa Barcolana 2009, e che si ritrovano anche a bordo, nel motore tecnico e agonistico della barca, ovvero il suo equipaggio. Un gruppo di velisti made in Trieste – a bordo si parla rigorosamente in dialetto anche nelle manovre più concitate, e anche gli unici due non triestini si sono presto adeguati – e tutti molto giovani. Una media under 30 che serve tutta a bordo del 15 metri Tuttatrieste Vitrani: con la soluzione della chiglia basculante, la kanting keel di derivazione oceanica, e le grandi vele per le andature portanti armate in testa d’albero, manovrare su questo scafo richiede tante braccia e muscoli. Ma non solo. A dare un tocco di genialità e imprevedibilità, Gabriele Benussi ha voluto un esordiente, il 'baby' Augusto Poropat, 18enne triestino che dall’Optimist si sta mettendo in luce sulla deriva acrobatica 29er.

LORENZO BODINI (Intermatica Calvi Network) - 'Dobbiamo – afferma Lorenzo Bodini – cercare di capire al meglio quali sono i limiti di questa imbarcazione progettata prevalentemente per la navigazione oceanica. Questo Vor 70 ha notevoli potenzialità in velocità e meno in manovrabilità. E’ molto difficile riuscire a fare rapidamente il cambio delle vele. Attualmente stiamo lavorando molto sulle mute di vele per testarle tutte e quindi utilizzare quelle più appropriate per le condizioni che ci saranno domenica'.

ALBERTO LEGHISSA (IDEA ESTEL) - 'E’ normale avere una certa agitazione prima di una regata così importante ed oggi è il primo giorno di allenamento con l’equipaggio al completo'. Ad affermarlo è il timoniere di Idea Estel Alberto Leghissa. Il maxi di 70 piedi disegnato da Reichel- Pugh ed ormeggiato davanti Piazza Unità sarà tra le imbarcazioni protagoniste della Barcolana.
'La barca la conosciamo bene – commenta Leghissa – e l’equipaggio che ha vinto la Palermo-Montecarlo è sicuramente molto affiatato. Il meteo determinerà la nostra tattica. Attualmente, considerando le vele che abbiamo a disposizione, abbiamo tre o quattro opzioni per la partenza, ma probabilmente sceglieremo di restare più bassi nei confronti della linea e partire all’altezza del Castello di Miramare'.

MAURO PELASCHIER (CAMPIONE DEL GARDA 80) - Appena rientrato dal Salone di Genova, il lupo di mare Mauro Pelaschier, che porterà in Barcolana Campione del Garda, saluta amici e appassionati di vela in banchina e alla regata di domenica non ci pensa ancora. 'Ora – sorride - voglio godermi questa bella festa, scambiare quattro chiacchiere con gli amici e poi vediamo, alla regata mancano ancora due giorni. Trieste e la Barcolana sono uno spettacolo che deve essere vissuto completamente sia in mare che a terra'.

FLAVIO FAVINI (ESIMIT) - Sia in Coppa America che in Barcolana, Flavio Favini è di casa e domenica prossima sarà alla tattica su Esimit al fianco del timoniere Alberto Bolzan. 'Ci stiamo allenando molto – commenta Favini – con ogni situazione che si sta presentando in questi giorni. L’equipaggio si conosce a memoria, ma non possiamo permetterci alcuna distrazione e tutto deve funzionare come un orologio. In mare continuiamo a provare tutte le manovre e le vele in modo da fare andare al meglio la barca. Questo gruppo di ragazzi è ottimo e dobbiamo cercare di ottenere il miglior risultato possibile'.

LE SIGNORE D’ELEGANZA SFILANO ALLA BARCOLANA CLASSIC - Con la Coppa d’Autunno si rinnova l’appuntamento con le signore del mare che si mostrano al pubblico in un raduno unico nel suo genere. 73 tra Scafi d’epoca, classic e spirt of tradition si sono dati appuntamento a Trieste. Il presidente ed il responsabile della comunicazione della Società Velica di Barcolana e Grignano Gastone Novelli e Fulvio Molinari assieme al vicepresidente dello Yacht Club Adriaco Gugliemo Danelon e al progettista triestino Riccardo Pergolis hanno presentato questo appuntamento che grazie alle sinergie dei due sodalizi velici è arrivato alla sua terza edizione. Oggi sfileranno a partire dalle 11 davanti Piazza Unità tutte le imbarcazioni d’epoca, tra queste ci saranno anche Bat che è stata la barca di Carlo Sciarrelli e Sorella che con i rispettivi 120 e 151 anni e sono le barche più antiche del Mediterraneo. Dopo la sfilata seguirà alle 13 la partenza della Barcolana Classic ed alle 17.30 in arena Barcolana è prevista la premiazione. Tutte le 73 regine d’eleganza sono ormeggiate nelle banchine dello storico Yacht Club Adriaco di Trieste il cui piazzale verrà intitolato ad Augusto Straulino e Nico Rode.

DOMANI, LA LUNGA NOTTE DEGLI UFO JOTUN - Una regata di notte, a pochi metri da Piazza Unità d’Italia e a poche ore dal concerto che accompagna la festa-Barcolana, le barche e i velisti illuminati dalle cellule fotoelettriche, e il pubblico delle grandi occasioni, appassionato e competente. Per l’edizione 2008 la notturna degli UFO è stata seguita da 20.000 spettatori, numeri 'calcistici' che lo sport della vela raggiunge solo in rarissime occasioni. Un successo che dura nel tempo: la Barcolana By Night infatti si corre fuori del Molo Audace dal 1999, e quest’anno compie dieci anni. Per la vittoria il favorito d’obbligo resta Cattivik, dell’armatore Gianni De Visintini, che avrà al timone Gabriele Benussi, uno dei migliori e più completi velisti nazionali. Cattivik ha vinto 6 delle 9 edizioni sin qui disputate, ed è nel mirino di tutti i concorrenti. Il rivale più temibile sarà Alien di Jenko-Pandullo che avrà al timone Gianfranco Noè, altro super-nome della vela triestina e nazionale. Da seguire anche Don Chisciotte con Paolo Tomsic al timone.