news
news del 09.10.2009
Versione stampabile Invia per email

Mario Pescante è stato eletto Vicepresidente del CIO. Jacques Rogge confermato alla Presidenza.

Pescante, membro CIO dal 1994 e primo italiano a ricoprire questa carica, ha ottenuto 53 voti, mentre Miang Ng di Singapore ha ottenuto l'altra poltrona da Vicepresidente con 52 voti.

Il Presidente del CONI, Giovanni Petrucci, si è complimentato con Pescante nel corso del Congresso. "E' un grande successo per Pescante e per tutto lo sport italiano. Siamo qui proprio per testimoniare la nostra vicinanza a Mario, nel momento più importante della sua carriera sportiva. Ha dedicato la sua vita al mondo olimpico nazionale ed internazionale, quindi lo sport italiano gli deve dire grazie".

A nome della Federazione Italiana Vela, il Presidente Croce ha espresso grande soddisfazione per il meritato riconoscimento all'impegno dell'amico Mario Pescante: "Mi rallegro molto per la sua elezione. Mario è un amico di lunga data che stimo profondamente. Questo incarico rappresenta un grande riconoscimento per lo sport italiano."

Soddisfatto anche il Segretario Generale, Raffaele Pagnozzi. "Ho lavorato tanto tempo al fianco di Pescante, non solo al CONI, ma anche negli organismi internazionali. Questa elezione è il giusto riconoscimento ad una vita intera dedicata al CIO ed agli ideali del movimento olimpico".

Jacques Rogge è stato invece rieletto presidente del CIO fino al 2013. Rogge, in carica dal 2001 e candidato unico, ha ottenuto la seconda e ultima investitura con 88 voti su 93 presenti (92 votanti, Rogge non ha votato, 3 gli astenuti, un solo contrario). Nell'Esecutivo sono entrati l'inglese Craig Reedie (in prima votazione con 52 voti) e l'australiano John Coates (48 voti in seconda votazione).

Franco Carraro è stato infine confermato come membro CIO fino al 2017, insieme agli altri 24 membri (su 95 votanti, 88 sì, 2 no e 5 astenuti). Tra questi Franco Carraro e Juan Antonio Samaranch jr. Eletti sei nuovi membri (il totale sale a 112): Sua Altezza Reale, il Principe Ereditario Federico di Danimarca, Richard Peterkin di Santa Lucia, Habu Ahmed Gumel della Nigeria, Abdul Nabi Macki dell'Oman, Lydia Nsekera del Burundi e Goran Petterson della Svezia.

www.coni.it