news
news del 19.03.2010
Versione stampabile Invia per email

Louis Vuitton Trophy Auckland: Mascalzone Latino Audi Team in finale. Azzurra pareggia: stanotte la bella

Mascalzone Latino Audi Team si è qualificato per la finale del Louis Vuitton Trophy. Azzurra incontra Emirates Team New Zealand e la giornata si chiude con una vittoria ciascuno. Stanotte la bella per decidere chi passerà in finale.

Per Mascalzone sono state necessarie le tre regate del programma per avere la meglio su Artemis: dopo una bella vittoria nel primo match, la settima consecutiva, Mascalzone ha concesso la rivincita agli svedesi ma poi non ha mancato l’appuntamento con la bella.

'Siamo molto soddisfatti di come stiamo andando – ha dichiarato Flavio Favini, con Mascalzone Latino fin dalla prima campagna di Coppa America- ma il risultato vero lo vedremo solo domenica; adesso dobbiamo stare tranquilli e fare bene le prossime regate, i punti si contano a bocce ferme'.

Azzurra dopo aver vinto una bellissima prima regata dominando gli avversari, ha perso un’occasione per chiudere la pratica e lasciare i kiwi in porto durante le finali nella seconda prova, che poteva essere decisiva: i neozelandesi hanno vinto per un solo secondo.

Francesco Bruni ha dichiarato: 'è stata una giornata molto emozionate, peccato che non abbiamo chiuso la partita. Come ho detto ai ragazzi siamo stati a un metro dalla leggenda perché battere Team New Zealand 4:0 [dopo il 2:0 di Nizza], non è mai riuscito a farlo nessuno nella storia. Peter Reggio dice che sull’arrivo c’era un distacco di un metro, purtroppo con la nuova regola contano le prue, fosse stata la vecchia regola avremmo vinto noi. Nella vecchia regola contavano lo spinnaker o il tangone. Siamo contenti ma scioccati, per tutta la regata eravamo convinti che i Kiwi non avessero la distanza per fare la penalità e solo alla fine Tommaso ha sentito puzza di bruciato. Noi abbiamo spinto la barca più che potevamo, non abbiamo rallentato, si potevano fare cose diverse ma se ti avvicini troppo l’avversario prova a darti una penalità e per noi sarebbe stato troppo rischioso. Comunque sia, abbiamo fatto esultare l’equipaggio neozelandese, era da 10 anni che non facevano così - urla, salti di gioia, strepiti… espressioni tipicamente italiane e già averli fatti esultare per noi è un gran risultato!'

Info e Diretta streaming su www.louisvuittontrophy.com

Equipaggio Azzurra
Matteo Auguadro, prodiere
Piero Mantovani, aiuto prodiere
Luca Albarelli, albero
Cristian Griggio, albero
Massimo Galli, grinder
Francesco Scalici, grinder
Nicola Pilastro, grinder
Michele Cannoni, grinder
Stefano Rizzi, tailer
Pierluigi De Felice, tailer
Bruno Zirilli, navigatore
Piero Romeo, grinder volanti
Daniele De Luca, randa
Gabriele Bruni, stratega
Tommaso Chieffi, tattico
Tom Burnham, afterguard
Francesco Bruni, timoniere

Equipaggio Mascalzone Latino Audi Team
Gavin Brady – Skipper/helm
Morgan Larson – Tactician
Cameron Dunn – Afterguard
Flavio Favini – Afterguard
Paul Westlake – Mainsail trimmer
Mark Mendelblatt – Traveller/ up rig
Steve Hayles – Navigator
Rob Salthouse – Jib trimmer
Daniel Fong – Spinnaker trimmer
Matthew Welling – Grinder mainsail
Scott Crowford – Grinder
Andrea Pavan – Grinder
Jamie Gale – Pitman
Massimo Gherarducci – Mastman
Simion Tienpont – Midbow
Chris Dougall – Pit assistant/ aft grinder
Greg Gendell – Bowman