news
news del 05.08.2009
Versione stampabile Invia per email

FILIPPO ROCCHINI (LASER RADIAL) E ENRICO VANNUCCI (OPTIMIST) VINCONO LA REGATA DELL’AMICIZIA A TOKYO

Filippo Rocchini del Club Velico Castiglionese ed Enrico Vannucci del Club Posillipo hanno vinto, nelle rispettive classi Lase Radial e Optimist, la Regata dell’Amicizia.

La manifestazione, che si è svolta a Tokyo dal 31 luglio al 2 agosto, è stata organizzata per sostenere la candidatura della capitale giapponese a ospitare le Olimpiadi del 2016. All’evento hanno preso parte una selezione di 160 atleti, divisi in quattro classi, provenienti da Giappone, Russia, Danimarca, Singapore, Italia, Nuova Zelanda, Australia e Inghilterra. Nella classifica a punti, l’Italia è stata preceduta da Danimarca e Singapore, in virtù dei migliori risultati di tutti e cinque gli atleti che componevano le squadre.

Dopo due giorni di allenamento intenso con un buon vento, le regate effettivamente disputate sono state poche. Le nubi che hanno impedito la formazione della termica hanno condizionato lo svolgimento delle prove e la mancanza di scarto ha penalizzato il team.

Infatti, il bravo Federico Tocchi del CN Livorno non potendo scartare un Ocs si è classificato ottavo, mentre Rodolfo Di Laghi di Bellano e Marta Sabbadini di Bardolino pur impegnandosi al massimo hanno dovuto chiudere in 10ma e 28ma posizione rispettivamente.

L’evento, sostenuto interamente dalla Municipalità di Tokio e da alcuni sponsor, è stato ottimamente organizzato e ha permesso il confronto tra molti giovani atleti in un luogo che potrebbe ospitare i Giochi Olimpici. Molte le cerimonie in stile Giapponese che hanno permesso lo scambio di doni tra le varie squadre e che hanno sottolineato il valore profondo ed educativo dello sport giovanile.

Il tono amichevole dell’evento non ha tuttavia impedito che le regate abbiano espresso un buon contenuto agonistico. Infatti, nella classe Optimist, Vannucci ha dovuto impegnarsi al massimo per prevalere sui veloci atleti di Singapore e sugli agguerriti giapponesi, mentre, con il vento leggero, inglesi e neozelandesi sono apparsi meno competitivi. Nella classe Laser Radial la presenza del danese Stig Steinfurth, 14mo all’Europeo in Danimarca e favorito della vigilia, ha acceso il talento di Filippo Rocchini. Mostratosi a proprio agio con i salti di vento e le ariette, Rocchini ha collezionato tre primi posti dominando la classifica davanti ai due danesi Shutt e Steifurth e al neozelandese Josh Edmonds.

Il Team leader Marcello Turchi ha coordinato la squadra azzurra in Giappone.