news
news del 02.01.2017
Versione stampabile Invia per email

In cenere a Napoli la flotta di derive del Circolo del Remo e della Vela Italia

Un Capodanno da dimenticare per il Circolo del Remo e della Vela Italia che in pochi minuti ha visto il grosso della propria flotta di derive prendere fuoco e sciogliersi tra le fiamme che hanno avvolto il terrazzo del Circolo su Via Partenope, a Napoli. Probabilmente per qualche lanterna cinese caduta durante i festeggiamenti del nuovo anno, le imbarcazioni presenti sulla terrazza in pochi minuti sono andate distrutte: un danno ingente al Circolo e soprattutto agli atleti che già nelle prossime settimane saranno impegnati con le prove dei Campionati Zonali previste proprio al Circolo Italia.
Circa 20 imbarcazioni completamente ridotte a cenere tra Laser, 420, Optimist, 470 e Dinghy, e nonostante lo sforzo di un socio che per primo ha chiamato i soccorsi, i Vigili del Fuoco hanno raggiunto Via Partenope con difficoltà ed in ritardo per la presenza delle migliaia di persone che festeggiavano il Capodanno sul Lungomare e delle installazioni dei new jersey antiterrorismo.
Il commento del Presidente del sodalizio Roberto Mottola: "Adesso è difficile quantificare i danni materiali, a cui dovremmo aggiungere quelli della struttura che pure sono notevoli. Il pensiero va soprattutto ai nostri atleti, la scorsa notte abbiamo perso tutto: barche, alberi, vele e quant’altro. Non si ricostruisce una flotta in poche ore".
Il Presidente di Zona Francesco Lo Schiavo ha immediatamente contattato il Presidente Mottola ed il Consigliere Lars Borgstrom, esprimendo la solidarietà dell’intero Comitato di Zona ed impegnandosi a sostenere il Circolo Italia nella ricostituzione della flotta con un contributo straordinario e richiedendo il supporto della Federazione Italiana Vela.