news
news del 16.03.2014
Versione stampabile Invia per email

Astura Winter Cup a Nettuno

Domenica 9 marzo, in una giornata quasi perfetta per la vela - cielo limpido, sole e vento tra i 9 e i 13 nodi, direzione 275° - si è disputata a Nettuno la quarta edizione dell’Astura Winter Cup, regata nazionale, organizzata dal Centro Velico Le Sirene, che chiude la stagione degli appuntamenti invernali e apre quella agonistica di primavera. La manifestazione, organizzata dal Centro Velico Le Sirene con la collaborazione dello Yachting Club di Anzio, ha registrato quest’anno numeri davvero significativi. Quattro le classi ammesse: l’olimpica Nacra 17, l'Hobie Cat 16 spi youth e open (la regata valeva anche come selezione Under 19 Isaf ed Eurosaf), la classe 29er Under 19 e la Tyka 14 Under 16. In totale 47 equipaggi iscritti, provenienti da tutta Italia, con un livello tecnico alto e presenza di campioni come l'Olimpionico Gabrio Zandonà. Dopo un primo giorno di calma piatta che ha lasciato tutti “all’asciutto” in attesa del vento, nel secondo si è voltata pagina ed è stata un'altra storia. Così, in condizioni davvero ottimali è iniziato lo spettacolo, con i Nacra 17 che sembravano volare anche sui piccoli refoli e i 29er che incrociavano con altrettanta facilità.
Le partenze si sono susseguite regolari, mentre i Tyka si sono sfidati nell'innovativa formula del team race, con voli e cambi d'equipaggio a go-go, un lavoro enorme per il comitato e per i coach. A riprova dell’assoluta regolarità nello svolgimento della regata, i rari OCS e la mancanza di proteste.
In sintesi i risultati: vittoria tra i Nacra 17 di Checco Porro in coppia con Caterina Marianna Banti, che hanno preceduto il duo formato da Gabrio Zandonà e Giulia Zappacosta. Terzi Francesco Sabatini e Marcella Mamusa. Negli HC 16 spi, vittoria di Andrea Martinelli e Ilaria Chiesa davanti a Gigi Ugolini e Giulio Zizzari e Franco Bove e Daniela Groos, mentre tra gli HC 16 spi juniores, affermazione degli stessi Ugolini-Zizzari tra i ragazzi e di Ruggieri-Rogge, quarte assolute in classifica generale, tra le ragazze. Tra i 29er, affermazione di Muraro/Falsi davanti a Crisicone/Pustina e alle sorelle Francesca e Claudia Gambarin, prime nella juniores femminile. La classe Tika ha infine visto cinque equipaggi a pari merito: Tarabella-Rocchi, Spina-Sepicacchi, Sanzone-De Giorgi, Sabadini-Cantù e Bozzoli-Negri.
Premiati anche i vincitori del Criterium Invernale, organizzato dal Centro Velico Le Sirene, trofeo rimasto saldamente nelle mani della Coppia Beatrice Ruggieri e Diana Rogge, campionesse uscenti che hanno preceduto in classifica generale i soliti Ugolini-Zizzari e Martinelli-Chiesa. Nota a margine, l’ottima gestione della regata in acqua da parte del CdR, con un team composto da cinque giudici, e a terra, dove la due giorni è stata caratterizzata da una serie di eventi a latere, come la cena del sabato sera presenziata dal navigatore Matteo Miceli, autore fra l’altro del libro L’Oceano a Mani Nude, che ha colto l’occasione per illustrare la sua prossima impresa in solitario, la Roma Ocean World 2014, con partenza ad ottobre a bordo dell’Este Eco 40. Soddisfazione da parte del Comitato Organizzatore, con il Presidente Marco Ciccotosto che ha ringraziato tutti per la riuscita della manifestazione, atleti, tecnici ed accompagnatori che hanno contribuito al successo grazie all’assoluta professionalità e all’impegno profuso. "Ma un ringraziamento particolare, senza fare torto a nessuno, va al Team del tecnico Matteo Nicolucci con Roberto “Calimero” Rogge e a tutti gli altri dello staff, che come al solito ci hanno supportato con amicizia”, ha dichiarato Ciccotosto.