1997 1998 1999 2000 2001 2002 2003 2004
1997

Introduzione

Nascono i settori FIV

Arriva la vela olimpica acrobatica: ecco il 49er

Luca Devoti campione europeo Finn

Italia in trionfo a Bari nei Giochi del Mediterraneo



I risultati delle Olimpiadi

I quadri della FIV
1997
Introduzione

L'ultimo decennio della vela italiana. Dal 1997 ai nostri giorni. Il decennio di un nuovo boom, una crescita esponenziale dell'attenzione verso lo sport della vela che forse non ha precedenti. Anni di cambiamenti sociali, di instabilità economica, di rivoluzioni tecnologiche, in cui nasce l'era dell'informazione. Per la FIV gli anni di crescita tumultuosa impongono una responsabilità: essere pronti a rispondere alla grande domanda che arriva dall'esterno, confermare la centralità dell'ente di riferimento per tutto il mondo velico, pur senza snaturare le proprie vocazioni centrali, a cominciare dalla preparazione olimpica. Nell'ansia di proporre la vela al pubblico, si inizia a parlare di vela nelle scuole, con la presentazione di una iniziativa pilota a Marina di Carrara. A fine anno una delibera vara il finanziamento FIV alle attività di Homerus, associazione che si occupa di promuovere la vela ai non vedenti.

 
inizio pagina inizio paragrafo

Nascono i Settori FIV

Il 1997 si apre con un Consiglio Federale che definisce gli organi per il nuovo quadriennio, dopo che l'Assemblea di fine 1996 ha confermato il Presidente Sergio Gaibisso. A dare un primo segnale di novità, vengono varati i nuovi 5 Settori della vita federale: Gestione Generale (responsabile Giorgio Tusacciu), Promozione Immagine e Comunicazione (Gianni Paulucci), Attività Agonistica e Squadre Federali (Gianfranco Busatti), Pianificazione Attività Agonistica (Paolo Rosi), Formazione e Impiego Quadri Tecnici (Giuseppe Masini). Gianfranco Busatti succede a Paolo Rosi quale Vicepresidente federale.

 
inizio pagina inizio paragrafo

Arriva la vela olimpica acrobatica: ecco il 49er

Anche la Vela Olimpica, fresca reduce dal quadriennio che ha portato a Savanah (Atlanta 1996), con tante speranze e la medaglia di bronzo di Alessandra Sensini, guarda al nuovo che avanza. E il nuovo si chiama Sydney 2000, si chiama 49er, la nuova incredibile classe olimpica acrobatica discendente proprio dagli "skiff" scelta dall'ISAF in omaggio ai Giochi australiani (per il momento resta esclusa la Star). A metà febbraio a Torbole la FIV organizza il primo Raduno-stage del 49er, presentando l'ingaggio di un tecnico australiano: Craig Ferris (campione del mondo 18 piedi e 420, campione sul 470). Vi partecipano molti atleti incuriositi dalla nuova classe, tra giovani e meno giovani: Andrea Bonezzi, Andrea Klein, Lars Borgstrom, Francesco Bruni, Gabriele Bruni, Leonardo Chiarugi, Eugenio Trumpy, Emilio Colombo, Marco Lanzetti, Pietro D'Alì, Pietro Barbieri, Flavio Grassi, Simon Alltree, Matteo Giannoni, Massimo Gori, Matteo Marea, Massimo Marea, Giuseppe e Paolo Mascino, Sandro Montefusco, Umberto Felci, Giancarlo Simboli, Federico Chiattelli. Ferris dice: "Gli italiani hanno bisogno di 6-7 mesi per recuperare il gap dagli equipaggi già esperti sugli skiff". Pochi giorni dopo, a Hyeres, i fratelli Bruni fanno subito un'ottima figura (6°). Il 9 settembre a Weymouth saranno secondi all'Europeo.

 
inizio pagina inizio paragrafo

Luca Devoti campione europeo Finn

Il 14 giugno a Spalato l'azzurro batte 56 concorrenti da 25 paesi. Istrionico e ormai personaggio conosciutissimo del circo della vela olimpica, Luca dichiara: "Sydney 2000? E' ancora molto lontana, e io ho 34 anni. Non so ancora se continuerò ad andare in Finn, preferisco vivere alla giornata. Certo, l'appetito vien mangiando..." Un mese più tardi sarà secondo al mondiale Finn Gold Cup di Danzica, battuto dallo svedese Loof all'ultima prova.

 
inizio pagina inizio paragrafo

Italia in trionfo a Bari nei Giochi del Mediterraneo

La vela azzurra conquista ai Giochi del Mediterraneo di Bari 2 medaglie d'oro: Federica Salvà ed Emanuela Sossi nel 470, e Alessandra Sensini nel Mistral (davanti alla francese Faustine Merret...). Argento per Diego Negri nel Laser. E per Sara Pertusati-Chiara Mori Ubaldini nel 470. Bronzo per Riccardo Giordano nel Mistral.

Dal 26 giugno al 5 luglio si svolgono sul lario i Campionati Italiani delle Classi Olimpiche. Ai primi di agosto l'Italia schiera a Cowes la sua squadra all'Admiral's Cup, affrontata da "defender" dopo il trionfo del 1995. Le nostre 3 barche sono Noon (49 piedi di Dario Ferrari, timoniere Francesco de Angelis), BravaQ8 (ILC40 di Pasquale Landolfi, timoniere Enrico Chieffi) e Breeze (Mumm 36 di Paolo Gaia, timoniere Tommaso Chieffi). E' un'edizione emozionante: l'Italia parte male e galleggia tra il 5° e il 7° posto della classifica, ma poi risorge alla vigilia del Fastnet. Durante la mitica regata che vale doppio gli yacht italiani trascinano a lungo la squadra in testa alla classifica e lo storico bis sembra davvero possibile. La beffa finale per BravaQ8 (da prima a sesta negli ultimi metri per un buco di vento dopo 600 miglia) ci relega solo al 3° posto. Glenn Bourke (3 volte mondiale Laser e tattico di BravaQ8: "Mi dispiace per Pasquale Landolfi". Sergio Masserotti (Altomare FIV): "Gli inglesi dovrebbero scendere dal piedistallo: che senso ha con l'evoluzione attuale delle barche fare arrivi nelle baie?" I vincitori USA quasi si scusano con gli azzurri. Un mese più tardi, scoppia una polemica tra Italia e RORC per l'annuncio di quest'ultima sull'introduzione del nuovo sistema di stazza CHS.

Il 7 agosto Luca Bursic, milanese 14 anni (AN Sebina) vince in Irlanda il Mondiale Optimist. I precedenti erano Ugo Vanelo (1988) e Sabrina Landi (1987).

Il commento dei tecnici federali Marcello Turchi e Beppe Devoti alla guida della squadra azzurra;

Intervista a Luca Bursic.

Gabrio Zandonà e Luca Simoncelli sono secondi al Mondiale Juniores 470 in Francia. Intanto a Porto San Giorgio si svolge una bellissima edizione della Coppa Primavela. Il 3 ottobre arriva dall'ISAF un prestigioso riconoscimento alla vela italiana: l'ambito Beppe Croce Trophy viene assegnato al presidente onorario FIV Carlo Rolandi. In passato è stato vinto tra gli altri da Re Olaf di Norvegia, Paul Elvstrom, Re Juan Carlos di Spagna, Olin Stephens. Il 6 ottobre Alessandra Sensini vince l'europeo Mistral in Spagna. Un mese dopo sarà secondo al Mondiale in Australia, dietro alla Shai Lee.



 
inizio pagina inizio paragrafo
 
Nessuna foto disponibile in questa sezione